Euro 2020, Roberto Mancini: “Volevamo iniziare proprio così”

Calcio in Pillole   11/06/2021 22:20

Roberto Mancini commenta ai microfoni di Sky la bellissima vittoria dell’Italia per 3-0 contro la Turchia elogiando tutto il gruppo ma esortandolo comunque a migliorare e tenere i piedi per terra.

“Speravo che iniziassimo così perchè era importante giocare bene ed aver divertito la gente. Spero che gli italiani abbiamo passato una bella serata. Noi siamo consapevoli di avere un’ottima squadra, nello stesso tempo sappiamo che possiamo migliorare e dobbiamo avere rispetto degli avversar che affrontiamoi. Noi dobbiamo migliorare sotto tutti i punti di vista, sono tutti ragazzi giovani con pochi anni di Serie A. Però sono ragazzi maturi che sanno giocare a calcio”.

Buona, ottima, la prima per l’italia di Mancini che batte la Turchia con un netto 3-0. Queste le pagelle degli Azzurri dopo l’esordio ad Euro 2020.

DONNARUMMA 6

Nel primo tempo è spettatore non pagante, tranne che per un’uscita bassa su un cross dalla sinistra dei turchi. Nella ripresa blocca a terra un tiro deviato di Under e poi torna a fare da spettatore.

FLORENZI 6,5

Torna nel suo Olimpico e torna padrone della fascia destra. Consuma la corsia con le sue solite galoppate, ma alla fine del primo tempo è costretto ad uscire per qualche problemino fisico.

dal 46′ DI LORENZO 6,5

Meno fluida la sua corsa rispetto a Florenzi, ma comunque un paio di accelerazioni sulla fascia destra che mettono in difficoltà la difesa turca.

BONUCCI 6

Quasi mai impegnato è un po’, come Donnarumma, spettatore non pagante. Bene in fase di impostazione dal basso.

Al 22′ va vicinissimo al gol del vantaggio con un colpo di testa che Cakir vola a deviare in angolo. In difesa è sicuro, ma poco impegnato, quindi decide di dare una mano anche in attacco e lo fa bene e con grinta. Da vero capitano. Monumentale una sua chiusura a tempo scaduto su Burak Yilmaz.

SPINAZZOLA 8

Nei primi venti minuti gioca da attaccante esterno ed è una spina nel fianco per Celik e Caraman che proprio non riescono a tenerlo. Va via quasi sempre ai dirimpettai in maglia rossa, alternando rientri sul piedo destro a discese sul fondo col piede sinistro. Sfiora il gol del 2-0 nell’azione del gol che poi segna Immobile. Una Spina…zzola nel fianco per gli avversari.

BARELLA 7,5

Primo tempo con qualche errore di troppo e con pochi inserimenti. La Turchia è molto chiusa e lui ha un po’ di emozione da smaltire. Nella ripresa è molto più pimpante ed è suo l’assist per Berardi da cui nasce l’autogol di Demiral. Al 60′ dimostra di aver smaltito l’emozione iniziale chiudendo con calma e sangue freddo una pericolosa possibile ripartenza dei turchi. E’ suo anche il pallone recuperato da cui nasce il secondo gol azzurro. Entra anche nell’azione del 3-0 servendo Immobile che poi regala l’assist ad Insigne.

JORGINHO 7

Nel primo tempo è il più ordinato e preciso del terzetto di centrocampo. Lui è già campione d’Europa, grazie al suo Chelsea, e lo dimostra nel non farsi tradire dall’emozione. Ad inizio ripresa perde un pallone pericoloso, ma l’errore è in comproprietà con Insigne che lo serve corto. Accelera e rallenta i tempi della squadra come se avesse un telecomando.

LOCATELLI 7

Calma olimpica nell’impostare e tanta grinta senza palla. Anche per lui qualche piccolo errore, ma cresce strada facendo e diventa un pilastro del centrocampo.

dal 73′ CRISTANTE 6

Deve garantire maggiore fisicità al centrocampo e lo fa bene.

BERARDI 8

Funge da assistman prima per Insigne e poi per Immobile, ma i compagni d’attacco non riescono ad approfittarne. Quando però prova a mettersi in proprio non riesce a fare meglio dei compagni e poco prima della fine del primo tempo non riesce a sfruttare un ottimo assist di Jorginho. Nella ripresa, allora, prova un’altra carta, quella di servire un avversario: mossa vincente. Il suo tiro cross viene deviato da Demiral nella porta turca e l’Italia trova il vantaggio. Da un suo cross per Spinazzola nasce poi il 2-0 di Immobile. Un sombrero ed un altro assist non sfruttato da Spinazzola chiudono alla grande una sontuosa prestazione. Fa partire anche l’azione del gol 3-0 recuperando palla sull’errore del portiere turco e servendo Barella al limite dell’area. Chiude con i crampi.

dall’86’ BERNARDESCHI sv

Ha solo il tempo di sbagliare qualche cross.

IMMOBILE 7,5

Lotta e corre nel primo tempo. Prova più volte la conclusione verso la porta turca, ma non riesce a rendersi pericoloso, se non per un colpo di testa da posizione ravvicinata che si spegne sul fondo. Trova nella ripresa il gol del 2-0 su una ribattuta del portiere turco e l’Olimpico, il suo Olimpico, intona il suo nome: “Ciro! Ciro!”. Al 79′ serve Insigne per il gol del 3-0.

dall’80’ BELOTTI sv

INSIGNE 6,5

Al 17′ riesce in una bella triangolazione con Berardi, ma dalla sua posizione non trova il suo consueto tiro a giro. Qualche colpo di tacco non riuscito e un paio di conclusioni non pericolose. Ad inizio ripresa serve troppo corto Jorginho e i due permettono ad Under di partire in contropiede, chiuso poi da Spinazzola e Donnarumma. E’ in partita, ma ha bisogno di sbloccarsi. Lo fa al 79′ quando riceve palla da Immobile e la infila sul palo più lontano firmando il 3-0 per l’Italia.

dall’80’ CHIESA sv

MANCINI 8

La sua Italia gioca bene, benissimo, e lo fa divertendosi. Gli Azzurri giocano a memoria, aspettano con pazienza il primo buco della difesa turca che si chiude a riccio e lascia pochi spazi nel primo tempo. L’Italia, però, è sicura di sé, attende il momento giusto e sblocca il risultato al 53′ grazie ad un autogol di Demiral su un tiro-cross di Berardi. Da lì la partita è in discesa e gli Azzurri mostrano tutta le loro qualità in ogni zona del campo. Difficile ricordare un esordio migliore di questo in un Europeo o in un Mondiale. E’ la stessa Italia delle qualificazioni: bella, bella, bella!

Cookie Settings